Siamo lieti di invitarvi a una tavola rotonda pubblica e gratuita, aperta a tutti i professionisti dell'audiovisivo e agli appassionati di cultura cinematografica, sul tema della salvaguardia e della valorizzazione del nostro patrimonio cinematografico. Assieme al direttore della Cinémathèque suisse - Archivio nazionale del film, Frédéric Maire, esploreremo alcune importanti questioni con l'intenzione di comprendere meglio quali sono le misure da adottare per conservare le opere cinematografiche (film e non-film) per il futuro. Perché è importante pensare al "dopo", e quali sono i vantaggi di consegnare le opere e i documenti di produzione come foto, sceneggiature, note di produzione, alla Cineteca? 

In anteprima a Mendrisio il documentario di Riccardo Ferraris

 Si terrà venerdì 22 Aprile alle 19:30 presso il cinema Ciak di Mendrisio la proiezione in anteprima di “Eri Tu”, il documentario che vede come protagonisti tre straordinari anziani del Mendrisiotto. Si tratta di Margherita Schoch, attrice treatrale e cinematografica, che ha preso parte a importanti progetti in tutta Europa collaborando con artisti del calibro di Bruno Ganz; Franco Lurati che ha scelto di vivere per oltre vent'anni tra il Ticino e l'Argentina inseguendo il sogno di possedere una grande tenuta agricola in Sud America e Gianfranco Cereghetti, l'anima e il cuore del paesino di Muggio, una vera e propria memoria storica della Valle.

Al Zunfthaus zur Schmiden di Zurigo avrà luogo l’incontro con la scrittrice, filosofa ed editorialista per La Repubblica e La Stampa, Michela Marzano, che presenterà il suo ultimo libro "Stirpe e vergogna" (Rizzoli, 2021).

Michela Marzano è nata a Roma il 20 agosto 1970, da mamma Paola e papà Ferruccio. Tre anni più tardi è arrivato Arturo, suo fratello, anche lui nato in agosto. Dopo un'infanzia e un'adolescenza molto “studiose” – che poi è un eufemismo per dire che ha cominciato subito a rovinarsi la vita con la mania di voler essere sempre e comunque la “più brava”, e che gli ci sono poi voluti vent'anni di analisi per uscire dal copione della «prima della calasse»

Nell’ambito della Presidenza italiana del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa e delle attività della Commissione Europea per l’Efficienza della Giustizia (CEPEJ), nei giorni 17 e 18 marzo si svolgerà presso l’Università di Pisa un importante incontro che coinvolgerà il Working Group on Quality of Justice (CEPEJ-GT-QUAL) e il Working Group on Cyberjustice and Artificial Intelligence (CEPEJ-GT-CYBERJUST).

Domenica 27 marzo, alle ore 15.00, andrà in scena presso la Fondazione Claudia Lombardi per il teatro a Lugano-Figino "Un mondo a colori", spettacolo per bambini della Compagnia Patatrakkete, scritto e ideato da Alessandra Cattori, con Davide Gagliardi e Alessandra Cattori.

Romolo è un signore molto stressato, fa sempre mille cose tutte insieme e vede il mondo tutto grigio. L'incontro con una bimba allegra gli farà apprendere che i colori esistono ancora e che anche lui può ricominciare a vedere il mondo in tutta la sua colorata bellezza.

Allo Smith and De Luma di Zurigo, concerto del duo "Castellan/Subba" di Torino. Matteo Castellan (Fisarmonica) e Giulia Subba (Violino) trovano un ideale equilibrio tra tradizione e modernità, folk e jazz, scrittura e improvvisazione, attraverso la grande varietà di ritmo e colori offerta dall'anima cosmopolita dei loro strumenti. 

Sono aperte le candidature per quattro premi banditi dalla Società Astronomica Italiana, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica e con la Società Italiana di Fisica: il Premio Giovanni Bignami, il Premio Giuseppe Lorenzoni, il Premio Guido Horn D’Arturo e il Premio Tacchini.
La scadenza dei termini entro cui candidarsi a tutti e quattro i premi è fissata alle ore 15:00 (ora italiana) del 31 marzo 2022.
Premio Giovanni Bignami.

L’Istituto Italiano di Cultura di Zurigo ha organizzato per le 18.45 del prossimo 12 di febbraio, presso il Volkshaus della città elvetica, la presentazione del nuovo libro di Michele Mari, “Le maestose rovine di Sferopoli” (Einaudi, 2021).

Si sono aperte in queste ore le candidature al Premio Carlo Magno della Gioventù 2022, rivolto a giovani tra i 16 e i 30 anni con un progetto con dimensione europea che potranno candidarsi e ottenere il Premio vincendo un finanziamento per l’iniziativa.
Ogni anno, il Parlamento europeo e la Fondazione del Premio internazionale Carlo Magno di Aquisgrana conferiscono il Premio Carlo Magno della gioventù a progetti creati da giovani e caratterizzati da una forte dimensione europea. Dal 2008 ad oggi, più di 4250 progetti hanno gareggiato per il premio.




Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework