Il mondo dell’arte e quello dello yoga si fondono in un’unica esperienza meditativa, sensoriale e creativa  Si parte da una sessione di yoga kundalini (detta anche "pratica della consapevolezza") che acuisce la sensorialità attraverso la meditazione e, con spirito e mente aperti, si prosegue visitando il museo MASI Lugano dove l’ispirazione che fluisce dalle opere si connette direttamente allo spirito.

I meccanismi che guidano le intelligenze artificiali di riconoscimento dei volti umani hanno fatto dei progressi importanti negli ultimi dieci anni, tanto da avere prestazioni simili se non addirittura superiori a quelle umane ma, nonostante questo, sono (per ora) lontani dai meccanismi cognitivi che si attivano nel nostro cervello quando guardiamo il volto in movimento di una persona. Lo mostrano i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista PNAS. Mettendo a confronto reti neurali artificiali e esseri umani, i ricercatori hanno mostrato che le intelligenze artificiali non sono un buon modello per capire il modo in cui il cervello analizza volti in movimento.

Lo spazio culturale del Foce con una molteplicità di opportunità artistiche e culturali, continua a essere il luogo ideale per scoprire, condividere e celebrare l'arte in tutte le sue forme. Tra febbraio e maggio lo Studio Foce ospiterà numerosi artisti quali DJ Shocca, MadBuddy, Frank Siciliano, Tormento, DJ Fascut, Sgravo, Wiser, Sace, Auroro Borealo, Elina Duni & Rob Luft, Alfredo Rodríguez, Lakecia Benjamin, Egreen, Nada e tanti altri. ll Teatro Foce accoglierà invece 28 compagnie teatrali, 16 nuove produzioni della rassegna Home dedicata alle compagnie del territorio, 9 spettacoli presentati dal LAC e altre proposte per un totale di 50 repliche. Dal 23 al 26 maggio inoltre sarà una delle location in Ticino delle Giornate del teatro svizzero. 

Giovedì 8 febbraio alle ore 18:30, Francesco Paolo Campione, Direttore del MUSEC, dialoga con Paride Pelli, Direttore del Corriere del Ticino, sui contenuti del volume Inchiesta sulle arti lontane scritto da Félix Fénéon e di cui il direttore del MUSEC ha curato l’edizione critica.  L'Inchiesta sulle arti lontane è un testo fondamentale per comprendere l'evoluzione del giudizio espresso dalla civiltà europea sulla creatività delle culture non-occidentali.

Opera emblematica di Daniele Finzi Pasca, Icaro torna sul palcoscenico del LAC sabato 16 dicembre alle ore 20:30 e domenica 17 dicembre alle ore 18, pronto a condurre il pubblico nella mente di un sognatore.

“Icaro - spiega Daniele Finzi Pasca – è stato creato rapidamente e le prove sono durate solo due mesi. Successivamente, ho continuato a perfezionarlo. È uno spettacolo semplice come lo erano le storie che raccontava mia nonna. Lei mi ha insegnato il segreto per fare gli gnocchi e la crostata di mele, preziose ricette che poi ho sistematicamente utilizzato nelle mie creazioni teatrali.

 È “QUO VADIS? I dilemmi del nostro tempo” il tema individuato dal Comitato Scientifico per la 19° edizione del Festival dell’Economia di Trento in programma dal 23 al 26 maggio 2024 organizzata per il terzo anno consecutivo dal Gruppo 24 ORE e Trentino Marketing per conto della Provincia Autonoma di Trento e con la collaborazione del Comune e dell’Università di Trento. Come affrontare la sfida dei cambiamenti climatici? Lo sviluppo economico vincerà la partita contro la stretta necessaria a battere l’inflazione?

Questi i prossimi appuntamenti:

 MARTEDÌ 21 NOVEMBRE

Alle 22.00 CA.BAR.ET BOH VISA: torna il cabaret con Rafael Didoni, Folco Orselli, Germano Lanzoni e Flavio Pirini, che allo Spirit de Milan hanno trovato casa. Musica, risate ed emozioni assicurate con ospiti a sorpresa da non perdere.

Il cabaret va in onda anche sullo SpiritoPhono tutti i martedì alle 19:30

Domenica 19 dicembre, la CAVES, organizza, in occasione dell’incontro annuale, la proiezione del film “Brava zente” del regista vicentino Giancarlo Cappellaro. Inizio è previsto per le ore 16.00 presso la Missione Cattolica di Lingua Italiana a Zurigo. Seguirà un breve dibattito moderato da Raffaele De Rosa, segue rinfresco.

Un invito esclusivo alla “Space Food Experience”, dove potrai assaporare le ricette spaziali preparate dallo chef Stefano Polato. Un'esperienza culinaria unica e un’occasione imperdibile per immergerti nel futuro dell’alimentazione gourmet, con la presentazione del rivoluzionario concetto di Space Food di EAT Freedom. Prima di concederti questa avventura gastronomica, partecipa anche al workshop scientifico interdisciplinare “Proteine e bio-polimeri”, un viaggio tra innovazione e imprenditorialità tra Italia e Svizzera. Non perderti questa opportunità per assaporare il futuro spaziale!






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework