Frida Kahlo“ Dipingo i fiori …cosi non muoiono mai…” Frida Kahlo 

 

 Dopo anni di lavori tutto torna al suo posto, la Tonhalle è tornata al suo teatro e ora il Maag apre la sua scatola di legno, cosi è strutturata la Lichthalle di Zurigo, e come uno scrigno fino al 02 gennaio costudirà tutte le opere della grande artista messicana Frida Kahlo. 

Il cibo, l'enogastronomia, le materie prime utilizzate, i piatti tipici, i mercati, l'abbondanza, gli sprechi, la creatività culinaria, i significati, i colori, la storia (anche emotiva) di alcune pietanze tipiche, le abitudini, la quotidianità, le lotte per il cibo di alcune comunità. Tutti questi sono fattori che dicono molto delle persone e delle tradizioni di una popolazione. E di conseguenza rappresentano anche uno strumento che esprime cultura e modo d’essere sia degli individui che delle collettività.

IMG 4069Presentata in conferenza stampa oggi , la nuova mostra del Landesmuseum di Zurigo, dalla Direttrice del Museo Denise Tonella, e dai suoi curatori Luca Tori e Jacqueline Perifanakis, che hanno tirato su il sipario su un’esposizione mastodontica e monumentale. 

La nuova mostra temporanea del Museo nazionale presenta stele e statue del Neolitico provenienti da diversi Paesi europei ed offre uno sguardo unico sulla vita dell’uomo di circa 6000 anni fa.

 Con “Venere. Natura, ombra e bellezza”, a cura di Claudia Cieri Via, si è aperta il 12 settembre la terza tappa del progetto espositivo Venere divina. Armonia sulla terra prodotto da Fondazione Palazzo Te a Mantova.
Una mostra che si avvale di un comitato scientifico composto da Stefano Baia Curioni, Francesca Cappelletti, Claudia Cieri Via e Stefano L’Occaso e che, attraverso importanti prestiti internazionali –

pragaLa Galleria Cermak Eisenkraft, situata nei locali della galleria pop-up SmetanaQ, continua la sua serie di progetti unici con Through the Looking Glass, una mostra di opere di due artisti contemporanei di fama mondiale, Marco Bagnoli (Italia) e Vladimír Škoda (ceco Repubblica/Francia).

Si inaugura il 10 settembre, per iniziativa della Fondazione Magnani-Rocca, una originale mostra su Miró, curata da Stefano Roffi, direttore scientifico della Fondazione, col contributo di studiosi spagnoli e italiani. “Mirò. Il colore dei sogni” è il titolo dell’esposizione, che si potrà ammirare nella sontuosa “Villa dei Capolavori” di Mamiano di Traversetolo, presso Parma, dall’11 settembre al 12 dicembre 2021.

Dal 27 agosto al 20 febbraio 2022, il Kunsthaus di Zurigo ospita l’opera spaziale dell’artista americano Walter De Maria. Un’istallazione imponente visto che si tratta di ben 2000 pezzi di gesso, che occupano una superficie di 500 mq, tornata dopo vent’anni di nuovo a Zurigo per proporsi al pubblico.

Il MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, grazie alla collaborazione con l'Area Educazione Istruzione e Nuove Generazioni del Comune di Bologna, ha inaugurato l'8 ottobre negli spazi del proprio Dipartimento educativo la mostra fotografica di Francesca Cesari dal titolo “LIMINAL. Ritratti sulla soglia”, visibile al pubblico sino al 31 gennaio 2021.
Limen è una parola latina che significa “soglia”, un confine che segna il passaggio tra due diversi spazi, anche identitari, per avventurarsi in qualcosa di percepito ancora come sconosciuto.

La mostra “Oriente e Occidente. Allegorie e simboli della tradizione mediterranea. Installazioni di Navid Azimi Sajadi” organizzata dalla Soprintendenza per i Beni culturali e ambientali di Palermo in collaborazione con l’Arcidiocesi di Monreale e con MondoMostre, collega due straordinari monumenti del percorso arabo normanno protetto dall’UNESCO: il complesso monumentale del Duomo di Monreale e il palazzo della Zisa Palermo




Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework