Ricomincia a prenotare con largo anticipo, sceglie rigorosamente di viaggiare in Italia e nella maggioranza dei casi nella propria regione, è parsimonioso nello shopping ed ha come priorità nella motivazione della propria vacanza il relax, la buona compagnia, le visite nei patrimoni naturali e paesaggistici e nelle città d’arte del Belpaese.
Ecco la fotografia dell’italiano tipo che viaggerà per questo ponte dell’Immacolata: saranno 12 milioni e 183mila i concittadini che si metteranno in movimento nella festività dell’8 dicembre secondo l’indagine di Federalberghi, realizzata con il supporto tecnico dell’Istituto ACS Marketing Solutions ed effettuata tra il 23 ed il 28 novembre 2022 su un campione rappresentativo di oltre 3mila individui.

Dall’inizio dell’anno, il numero di bambini migranti che ha attraversato a piedi il pericoloso Darien Gap, la giungla tra la Colombia e Panama, ha raggiunto il massimo storico. È quanto emerge dai dati diffusi oggi dall’Unicef, secondo cui, da gennaio a ottobre, circa 32.488 bambini hanno attraversato il Darien Gap fino agli Stati Uniti, superando del 10% il dato totale registrato nel 2021. Tra loro un numero record di bambini non accompagnati, stimato di circa 900, quadruplicando il totale dell’anno precedente.

Il calcio come pratica di inclusione e integrazione sociale e come mezzo per conoscere la società contemporanea: fino al 28 gennaio la galleria BI-BOx Art Space di Biella ospita “Beyond the game”, proponendo una selezione di opere realizzate da Giovanni Ambrosio e Giulia Iacolutti. L’esposizione è a cura di Marco Bianchessi.

Musica, teatro, danza, fotografia: dall’8 al 29 dicembre a Bari, Locorotondo, Fasano e Corigliano D’Otranto appuntamento con la prima edizione di “Muse”. Oltre venti concerti, spettacoli e laboratori proposti da donne e una mostra fotografica di Guido Harari (dal 17 dicembre al 6 gennaio) in un percorso tra generi, generazioni, bellezza e suggestioni invernali pugliesi.
Dalle divinità della mitologia, al protagonismo femminile nella scena musicale contemporanea, i luoghi della Puglia accolgono le voci, i suoni e le immagini delle muse d’oggi.

Rimarrà aperta al pubblico fino al 31 dicembre presso il Museo Garda, in Piazza Ottinetti a Ivrea, la mostra "I negozi Olivetti. Poter scegliere la bellezza", dedicata ai negozi della Olivetti nel mondo.
La mostra propone un avvincente percorso dei punti vendita Olivetti con allestimenti evocativi degli spazi, corredati da immagini fotografiche che rievocano l'incanto, la bellezza e la sorprendente capacità di unire architettura, tecnologia e arte in un unico ambiente.

Le grandi imprese dell'UE saranno obbligate a rendere pubblici i dati sul loro impatto sull’ambiente, sulle persone, sul pianeta e sui rischi di sostenibilità a cui sono esposte.
Oggi, in plenaria, i deputati al parlamento europeo hanno adottato in via definitiva la direttiva sulla comunicazione societaria sulla sostenibilità (CSRD, Corporate Sustainability Reporting Directive) con 525 voti favorevoli, 60 voti contrari e 28 astensioni.

Prende il via nella base antartica italo-francese di Concordia la campagna di ricerca estiva 2022-23 del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA), finanziato dal Ministero dell’Università e Ricerca (MUR) e gestito da ENEA per la pianificazione logistica e dal Cnr per la programmazione scientifica.

La pandemia da Covid-19, le rotte commerciali sconvolte, le variegate crisi di materie prime, di manodopera e del lavoro, la guerra, la crisi ambientale. Sono alcuni degli avvenimenti che contraddistinguono il mondo contemporaneo e che accelerano i processi di cambiamento nella società. Ma una questione rimane salda, anche mutando forma, numeri e protagonisti: la mobilità umana. L’Italia è protagonista del fenomeno migratorio fin dagli albori della sua entità statale e anche prima, e non solo per le entrate nel nostro Paese porta-d’Europa, ma anche e soprattutto per le uscite. L’immigrazione è un fenomeno recente, mentre l’emigrazione è iscritta nella storia degli italiani.

Nel primo anno di pandemia crolla il valore aggiunto delle imprese dell’industria e dei servizi. È quanto emerge da un report dell’Istat su conti economici delle imprese e dei gruppi di impresa nel 2020 da cui emerge che in quell’anno si contavano 4,3 milioni di imprese industriali e servizi (+1,1%) generanti un valore aggiunto di 739 miliardi, in diminuzione del 10,5% sul 2019 (-12,4% nei servizi, -8,8% nell’industria in senso stretto e -3,4% nelle costruzioni). Il margine operativo lordo segna un calo del 13,0%, il fatturato dell’11,3%, il costo del lavoro dell’8,3%.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework