La montagna ha sempre rivestito, rispetto all’umanità, molteplici significati e usi: vissuta o abbandonata, divinizzata, sfruttata, vista come barriera o rifugio, come luogo di scelte di vita, amata o rinnegata. Da sempre infatti il rapporto tra la montagna e il genere umano è sempre stato importante, mai irrilevante. Non a caso il grande poeta e pittore inglese William Blake scriveva: “grandi cose si compiono quando gli uomini e le montagne si incontrano”. Una frase che condensa al meglio il legame sempre esistente fra la dimensione umana e quella naturale della montagna.

Stress, ansia, disturbi del sonno, sbalzi d’umore, ricorso a farmaci, cattive abitudini alimentari e molto altro. Questi gli effetti collaterali del primo esame di Maturità “quasi” post-pandemia, almeno nel formato, visto il ritorno degli scritti. Stando ad una ricerca condotta dal portale Skuola.net assieme al team di psicologi e psicoterapeuti dell’Associazione Nazionale Di.Te. (Dipendenze tecnologiche, GAP, cyberbullismo), su un campione di 1.909 ragazze e ragazzi che tra pochi giorni dovranno affrontare, a partire dal 22 giugno, l’esame di Stato, ben 7 maturandi su 10, quando ancora doveva iniziare la preparazione finale, a circa un mese dal via, già stavano provando tensione e stress. E, stando a quanto raccontano gli studenti intervistati, è facile immaginare che le cose peggioreranno ulteriormente con l’avvicinarsi dell’appuntamento.

L’andrologo, questo sconosciuto: la maggioranza dei ragazzi italiani non si è mai fatta visitare da un esperto della salute maschile, eppure fra i 14 e i 20 anni uno su tre ha già patologie andrologiche con ricadute sulla fertilità in un caso su dieci. Per aumentare la consapevolezza dei giovanissimi, informarli e fare prevenzione parte perciò la campagna ‘Amore senza ostacoli’ della Società Italiana di Andrologia (SIA), che per tutto il prossimo anno scolastico, fino a giugno 2023, porterà gli andrologi in 100 scuole di tutto il Paese.

A Lecco, dal 1° luglio al 20 novembre 2022, il Palazzo delle Paure e Villa Manzoni, sede dei musei civici, ospitano la mostra “Poetiche. Quotidiano e immaginario nell’arte italiana tra Ottocento e Novecento”, a cura di Simona Bartolena.
L’iniziativa è il primo appuntamento di Percorsi nel Novecento, programma ideato dalla Direzione del Sistema Museale Urbano Lecchese e affidato per la sua progettazione e realizzazione a ViDi Cultural che ha proposto cinque esposizioni che, fino a novembre 2024, indagheranno la scena culturale italiana nelle prime sei decadi del XX secolo.

Con l’estate ormai alle porte, in molti ricorrono a diete e programmi di allenamento dell’ultimo minuto per rimettersi frettolosamente in forma in vista delle vacanze. Ma sono le buone abitudini quotidiane a contribuire in maniera duratura al nostro benessere: per questo UniSalute, in collaborazione con Nomisma, ha deciso di indagare come gli italiani si prendono cura di loro stessi tramite l’alimentazione e l’attività fisica, interrogando un campione rappresentativo della popolazione italiana di 1.200 persone. I

È morto Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica e presidente di EssilorLuxottica. L’imprenditore si è spento il 27 giugno  al San Raffaele di Milano, a 87 anni. Ultimo di quattro fratelli, classe ’35, Del Vecchio ha costruito la sua fortuna, che l’ha portato ad essere al momento della morte il secondo uomo più ricco d’Italia e uno dei più ricchi del mondo, sulle montature per occhiali: a causa dei problemi economici della famiglia viene affidato da bambino al collegio dei Martinitt, un ente assistenziale, e, dopo aver frequentato i corsi serali di design ed incisione dell’accademia di Brera e lavorato come garzone alla Johnson, una fabbrica produttrice di medaglie e coppe, apre, nel 1958, la sua bottega nel bellunese.

Si intitola “Seat or Read?” la poltrona di cristallo firmata Lorenzo Marini perSantambrogio Milano, in occasione della Milano Design Week 2022. Un’opera d’arte che disintegra le distanze convenzionali e che diventa parte integrante di un arredo di design contemporaneo, da vivere quotidianamente attraverso un rapporto intimo ed informale. Le lettere di Lorenzo Marini, disciolte dalla propria funzione intrinseca, si posano su un quadro di cristallo, anche schienale della seduta, sconfinando le mere finalità comunicative dell’arte e raggiungendo così una nuova dimensione tangibile. Un mutamento dell’esperienza percettiva e relazionale in cui l’arte, da oggetto collocato all’interno di uno spazio, diventa lo spazio stesso.

LAccademia dei Ragazzi ha festeggiato il suo decimo anniversario di fondazione con un pranzo esclusivo a base di buona musica, specialità siciliane e divertimento per studenti e genitori. L’evento si è svolto il 5 giugno scorso al ristorante Dova dello chef Marotta e ha visto il tutto esaurito con ben 65 ospiti, tra cui una ventina di bambini e ragazzi.

L’Ambasciata d’Italia a Sarajevo ha presentato venerdì scorso le “Giornate del Cinema italiano 2022”, l’annuale appuntamento con il cinema italiano in Bosnia-Erzegovina, con un ricco e variegato programma di proiezioni che si svolgeranno nelle principali città del Paese da oggi, 27 giugno, a domenica 3 luglio.
“Le Giornate del Cinema italiano rappresentano una delle nostre iniziative di promozione culturale tradizionalmente più amate dal pubblico bosniaco-erzegovese”, ha dichiarato l’Ambasciatore Marco Di Ruzza.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework