In occasione del Comitato interministeriale per gli Affari Esteri, che si terrà a Torino il 19 e 20 maggio, a chiusura del semestre della Presidenza italiana del Consiglio d’Europa, la Città di Torino, la Regione Piemonte e Palazzo Madama con la Fondazione Torino Musei promuovono il progetto “Europa. L’illustrazione italiana racconta l’Europa dei popoli”. Inaugurato il 16 maggio e in programma sino al 30 giugno in due spazi aulici di Torino, i portici di piazza San Carlo e di via Po, l’evento gode del patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del Ministero della Cultura.

“Quest'anno abbiamo deciso di dedicare il festival del giornalismoGlocal al tema dei limiti. Si tratta di un argomento che ha molte declinazioni nella nostra professione: il primo riguarda il tempo e l'attenzione del lettore, che sono risorse limitate. Poi c'è un limite che riguarda il tempo dei giornalisti, quella dialettica tra attendibilità e velocità che non sempre si riesce a risolvere. E infine c'è il limite della sostenibilità economica delle testate giornalistiche”. Così Marco Giovannelli, direttore di VareseNews e ideatore del festival, presenta il tema cui sarà dedicata l'undicesima edizione di Glocal, in cartellone dal 10 al 12 novembre.

L’Agenzia italiana per la cooperazione allo Sviluppo (Aics) parteciperà alla nona edizione del Summit globale Africities, che si terrà dal 17 al 21 maggio a Kisumu, in Kenya. Organizzato da United Cities and Local Government of Africa (UCGLA), per la prima volta l’evento si realizza in una città intermedia, coerentemente con il tema "Il ruolo delle città intermedie in Africa nell'attuazione dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dell'Agenda 2063 dell'Unione Africana”.

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale anche quest’anno offre borse di studio in favore di studenti stranieri e italiani residenti all’estero (IRE) per l’Anno Accademico 2022-2023, con l’obiettivo di favorire la cooperazione in campo culturale, scientifico e tecnologico, la proiezione del sistema economico dell’Italia nel mondo e la diffusione della conoscenza della lingua e cultura italiana.
La borsa di studio copre soltanto la frequenza di corsi sul territorio italiano.

La Commissione europea ha annunciato oggi, 12 maggio, i nomi degli 11 giovani leader che parteciperanno alle Giornate europee dello sviluppo 2022 per condividere le proprie opinioni ed esercitare un’influenza sui responsabili politici. Quest’anno le Giornate europee dello sviluppo sono incentrate sulla strategia Global Gateway dell'UE al fine di promuovere gli investimenti sostenibili.

La Farnesina aderisce per la prima volta alla Giornata mondiale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia (IDAHOT), che si terrà martedì prossimo, 17 maggio, alle ore 10.00.
All’iniziativa prenderanno parte il Sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova e l’Inviato Speciale del MAECI per i Diritti Umani delle persone LGBTIQ+ nel mondo, Fabrizio Petri.

Saranno 70 le cantine che prenderanno parte alla VIII edizione di Vini d'Autore – Terre d'Italia, attesissima manifestazione che porta ogni anno in Versilia, a Lido di Camaiore (Lucca), alcune tra le migliori realtà vinicole del Bel Paese.
In questa due giorni si potranno degustare vini provenienti da diversi territori e godere di un quadro eloquentemente espressivo grazie ad una selezione attenta ed intrigante delle cantine coinvolte.

Il 2021 è stato un anno ancora contrassegnato dalla pandemia, con una diminuzione degli spostamenti e obblighi di distanziamento del trasporto pubblico. Il risultato è che a causa delle regole anticovid e grazie alle azioni delle amministrazioni è cresciuta la ciclabilità, c’è stato un vero e proprio boom del monopattino in sharing, mentre è proseguita la crisi del trasporto collettivo. L’auto resta una protagonista, anche se in diverse città non è tornata a livelli precovid per lo smart working, proseguito lungo tutto il 2021.

Napoli, Palermo, il Veneto. Sono tante le città che raccontano il fenomeno migratorio italiano. Ma alla fine, per ospitare la sede nazionale del MEI - Museo dell’Emigrazione Italiana, è stata scelta la città più rappresentativa, la città di Genova.
Genova, i suoi 5 milioni di nominativi di italiani migrati (grazie al database CISEI) che hanno trovato fortuna dall’altra parte del mondo, il suo forte legame con il fenomeno, la vicinanza al Galata e al Museo del Mare. Questi i motivi per cui il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha scelto il capoluogo ligure per ospitare questo nuovo, grande e significativo polo museale dedicato al fenomeno storica ed attuale della partenza.




Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework