Sono 15 le città italiane che hanno presentato la manifestazione d’interesse scritta al Ministero della Cultura per il titolo di “Capitale italiana della cultura” per l’anno 2025. Adesso tutte le città partecipanti dovranno presentare il loro progetto che sarà sottoposto alla valutazione di una commissione di sette esperti di chiara fama nella gestione dei beni culturali. La città vincitrice, grazie anche al contributo statale di un milione di euro, potrà mettere in mostra, per il periodo di un anno, i propri caratteri originali e i fattori che ne determinano lo sviluppo culturale, inteso come motore di crescita dell’intera comunità.

È rientrato in Italia dagli Stati Uniti d’America il gruppo scultoreo di Orfeo e le Sirene, opera dal valore inestimabile che, sotto l’egida del Ministero della Cultura e grazie al sostegno dellaDirezione generale Musei, sarà esposta sino al 15 ottobre al Museo dell’Arte Salvata, all’interno del Museo Nazionale Romano, per poi essere trasferita al Museo archeologico di Taranto dove entrerà in collezione.

Conto alla rovescia per la XVIII edizione di LuBeC – Lucca Beni Culturali, l’incontro internazionale di Promo PA Fondazione dedicato a cultura e innovazione, in programma il 6 e 7 ottobre al Real Collegio di Lucca, con la direzione di Francesca Velani.
Due giorni intensi di appuntamenti, tutti gratuiti e disponibili anche in streaming sul canale YouTube di LuBeC, con partner nazionali e internazionali, che vedranno direttori dei principali musei d’Italia e del mondo, economisti, scrittori, filosofi, artisti, amministratori, dirigenti, operatori ed esperti del settore confrontarsi in quello che, da 18 anni, è l’appuntamento cardine, a livello nazionale, del dibattito tra pubblica amministrazione, impresa e terzo settore, luogo di aggregazione e accumulazione culturale, generatore di azioni per lo sviluppo territoriale a base culturale.

Alla Tonhalle di Zurigo si è svolta una serata diversa dal solito, non solo musica come il pubblico è abituato a sentire , ma magicamente si sono riunite tante arti, in una sera sola. Cinema, televisione, musica, classica, rock e pop, scultori, tutti uniti da un tema, la cultura europea. Per la prima volta in Svizzera, il gala ha visto sfilare sul suo red carpet, tanti volti noti al pubblico, che hanno accolto calorosamente le loro star all’ingresso del teatro. Arte e cultura sono lo specchio della società, e chi rispecchia in Svizzera il momento che stiamo vivendo? 

Fino al 25 settembre, verrà presentato al Palazzo dei Musei di Reggio Emilia il progetto artistico del fotografo inglese Giles Duley “NO MORE WAR”. La mostra, organizzata da EMERGENCY, racchiude un messaggio forte e deciso, condiviso da tutto il Festival di EMERGENCY, che si terrà dal 2 al 4 settembre a Reggio Emilia: mai più guerra.

Correva l'anno 1962 quando, sotto le stelle del cielo estivo nel mezzo del Mediterraneo, la portaerei americana USS Independence (CVA 62 Forrestal-class), incrociando la rotta della nave scuola Amerigo Vespucci, chiese a quest'ultima di identificarsi attraverso una comunicazione a lampi di luce. Alla risposta “Nave Scuola Amerigo Vespucci - Marina Militare Italiana” l'altra unità la salutò con l'espressione destinata a rimanere nella storia: “siete la nave più bella del mondo”.

Dall’aria al mare, dalla meccatronica ai romanzi fino all’orientamento scolastico e al metodo di studio, la nona edizione del Festival della Comunicazione dall’8 all’11 settembre a Camogliparla ai giovani e alle famiglie con un programma ad hoc fatto di laboratori, incontri e tavole rotonde.

Dal 2 settembre scorso al NOI Techpark di Bolzano, grazie a un progetto del Museo Civico Archeologico di Bologna e di Eurac Research, sono esposte due rare mummie egizie che vengono restituite alla comunità scientifica e al pubblico dopo uno studio approfondito e un accurato trattamento conservativo.
La più antica è la mummia di una donna, vissuta nell'Egitto di epoca romana. Lo straordinario sudario policromo con cui è stata preparata per la sepoltura avvolge ancora il corpo ed è questa la caratteristica più unica. La mummia più recente è invece quella di un bambino vissuto nel XIII secolo d.C. ed è una rara testimonianza del rituale funerario dell'Egitto medievale.

L'Istituto Italiano di Cultura di Sofia collabora con la Fondazione Detski knigi, che organizza l'evento nella sede del Centro Linguistico dell'Istituto, in occasione della presentazione del libro per bambini "Mille Meraviglie. Viaggio alla scoperta dell'Italia" di Elisabetta Dami prevista per il 7 settembre dalle 18.00 alle 22.00, durante l'XI edizione della Notte della letteratura.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework