La limitazione delle esportazioni, per affrontare la crescente carenza di cibo, decisa dall’Ucraina riguarda direttamente l’Italia che ha importato dal Paese invaso dalla Russia ben 570 milioni di euro di prodotti agroalimentari nel 2021 e riguarda soprattutto l’olio di girasole per un valore di circa 260 milioni di euro, il mais destinato all’alimentazione degli animali per oltre 140 milioni e il grano tenero per la panificazione per circa 30 milioni. E’ quanto emerge dall’analisi della Coldiretti sugli effetti della sospensione delle esportazioni decisa dall’Ucraina per “carne, segale, avena, grano saraceno, zucchero, miglio e sale" mentre quelle di grano, mais, pollame, uova e olio saranno consentite attraverso licenze per l’esportazione solo con il permesso del ministero dell'Economia per garantire le scorte interne.

A maggio 2021 l’Agenzia Spaziale Europea ha annunciato che l'astronauta ESA Samantha Cristoforetti, specialista di missione dell’equipaggio Dragon Crew-4, sarebbe stata comandante della Spedizione 68a. Come parte della normale attività di programmazione il piano di volo dell'ISS è stato recentemente modificato, anticipando la data dell'avvicendamento tra gli equipaggi Crew-4 e Crew-5.

La Commissione europea ha proposto oggi, 8 febbraio, una serie completa di misure per garantire la sicurezza dell'approvvigionamento, la resilienza e la leadership tecnologica dell'UE nell'ambito delle tecnologie e delle applicazioni dei semiconduttori. La legge europea sui semiconduttori rafforzerà la competitività e la resilienza dell'Europa e contribuirà a realizzare le transizioni verde e digitale.

 Più di 1 italiano su 2 (55%) adotta a casa soluzioni per salvare il cibo e recuperare quello che resta a tavola con una svolta green spinta dall’emergenza Covid, dalle ricette della nonna per il riuso degli avanzi alla lista della spesa “su misura”, dalla verifica della scadenza dei prodotti prima di metterli nel carrello alla preparazione di conserve casalinghe. E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixe’ in occasione della Giornata nazionale di prevenzione contro gli sprechi alimentari.

 Leonardo e Vertical Aerospace (“Vertical”) (NYSE:EVTL), importante realtà nel settore aerospaziale e dell’high-tech, pioniere dell’aviazione a zero emissioni, hanno annunciato di avere raggiunto un accordo per un programma di sviluppo congiunto relativo alla progettazione, produzione, test e fornitura delle fusoliere in materiale composito del velivolo elettrico VX4 di Vertical. Vertical e Leonardo lavoreranno insieme all’ottimizzazione di strutture leggere in composito, alla progettazione modulare, all’installazione di sistemi ed ai test strutturali mirati allo sviluppo della fusoliera del velivolo.

In un contesto di fase di ripresa dell’economia mondiale “caratterizzata da minore dinamismo ed elevata e diffusa inflazione”, nel quarto trimestre 2021 il Pil italiano ha segnato “un’ulteriore incremento a sintesi di un aumento del valore aggiunto dell’industria e dei servizi”. È quanto rileva l’Istat nella nota mensile sull’andamento dell’economia italiana. Dal lato della domanda, si segnala il contributo negativo della componente estera netta. La crescita acquisita per il 2022 è pari al 2,4%.

L’Istituto nazionale di Statistica ha pubblicato questa settimana i dati di dicembre sull’export dell’Italia nei Paesi extra europei.
A dicembre 2021 l’Istat stima, per l’interscambio commerciale con i paesi extra Ue27, un calo congiunturale per le esportazioni (-2,1%) e un aumento per le importazioni (+4,3%).

Il primo Bollettino economico dell'anno della Banca d'Italia non porta buone notizie. Secondo le stime di Via Nazionale, infatti, Il Pil – che recupererebbe intorno alla metà di quest'anno i livelli precedenti la pandemia - aumenterebbe del 3,8 per cento nel 2022 (la precedente stima indicava il 4%) e a ritmi più bassi nel biennio successivo, del 2,5% nel 2023 e dell'1,7 nel 2024. "I prezzi al consumo – si legge nel bollettino - salirebbero del 3,5 per cento quest'anno per i rincari dei beni energetici, che tuttavia si attenuerebbero gradualmente esaurendosi verso la fine dell'anno; l'inflazione si attesterebbe su valori moderati nel biennio successivo".

Nel terzo trimestre 2021 l’indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è stato pari al -6,2% (-9,8% nello stesso trimestre del 2020). Lo rileva l’Istat. Il saldo primario delle AP (indebitamento al netto degli interessi passivi) è risultato negativo, con un’incidenza sul Pil del -2,9% (-6,4% nel terzo trimestre del 2020). Il saldo corrente delle AP è stato anch’esso negativo, con un’incidenza sul Pil del -2% (-4,2% nel terzo trimestre del 2020). La pressione fiscale è stata pari al 41%, in aumento di 2 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.




Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework