Che Diodato fosse un artista dalla caratura internazionale lo si era potuto comprendere già dagli esordi dell’artista, valdostano di nascita ma tarantino di origini e romano d’adozione. È a Stoccolma, infatti, che il cantante realizza i suoi primi lavori in campo sonoro collaborando in un contest lounge con due dj svedesi, Sebastian Ingrosso e Steve Agnello che, qualche anno dopo, avrebbero formato un collettivo di più che discreto successo, che sarebbe poi divenuto noto come gli Swedish House Mafia.

Sarà un dicembre nel segno del rock ‘n roll italiano quello che attende Francia, Belgio e Svizzera. E i protagonisti saranno niente meno che i veri e propri signori del rock italiano, una delle band più longeve di questo genere nel nostro Paese, nonché una delle più memorabili, sia per le canzoni che per le performance. Insomma, senza ulteriori giri di parole, si sta parlando dei Litfiba. Dopo un tour trionfale in Italia, affollato e applauditissimo, fortemente voluto per celebrare i più di quarant’anni che Piero Pelù e Ghigo Renzulli hanno condiviso sul palcoscenico, ora tocca ad un poker europeo, naturalmente con l’impronta ben definita de “L’ultimo girone”, lo spettacolo rock che, come si diceva, ha segnato numeri da capogiro.

Mercoledì 14 settembre: apertura del 66. Festival Internazionale di Musica Contemporanea con Jules Vernedi Giorgio Battistelli (ore 20, Teatro La Fenice). Il festival della Biennale Musica Out of Stage, dedicato al teatro musicale sperimentale, presenta un vasto panorama della ricerca attuale secondo stili, tecniche compositive e tecnologie molto diversificate.

La Biennale Musica 2022 presenterà nuovi lavori di teatro musicale sperimentale commissionati a Simon Steen-Andersen, Helena Tulve, Michel van der Aa, Paolo Buonvino e Annelies Van Parys, oltre a prime italiane di nuovi progetti di Alexander Schubert, Rino Murakami e Ondřej Adámek co-prodotti con altre istituzioni europee.

Lo chiamano, a ragion veduta, il re del pop italiano. Ma, oggettivamente, si potrebbe parlare anche di “Re del pop internazionale” quando ci si riferisce a Eros Ramazzotti. Fresco di uscita nelle radio con “Sono”, il singolo che lo vede protagonista assieme ad Alejandro Sanz, secondo brano tratto dall’album “Battito Infinito” in uscita il prossimo 16 settembre, Ramazzotti si prepara a un tour mondiale davvero straordinario, in cui porterà in tre continenti la propria carrellata di successi indimenticabili.

Manca ancora un po’ di tempo, è vero, ma settimana dopo settimana cresce sempre di più l’attesa verso la data del 9 ottobre quando si svolgerà la quattordicesima edizione di “NY Canta”, kermesse dal respiro internazionale incentrata sulla musica made in Italy in quel di New York, con l’appuntamento che si svolgerà all’Oceana Theater e la conduzione affidata a Pupo e Monica Marangoni, volto noto di Rai Italia. Un festival importantissimo, che verrà trasmesso sia su Rai 2 che su Rai Italia, autentico trampolino di lancio per giovani aspiranti cantanti.

Siamo abituati a concepire la musica dal vivo dei Negramaro in contesti spaziosi e vibranti, perfetti per contenere l’enfasi e il magnetico groove di cui sono dotate lo loro canzoni così come i loro live; basti pensare, ad esempio, ai grandi palazzetti dello sport o ai principali stadi italiani. Che cosa accadrebbe, quindi, se la band salentina “mutasse” la propria forma, confrontandosi con una dimensione più intima e soffusa come quella dei teatri? Sarà possibile scoprirlo con l’Unplugged European Tour 2022, che li vedrà impegnati sia in Italia che nel resto del continente.

 Per festeggiare 25 anni di “A casa di Luca, canzone presentata al Festival di Sanremo del 1997 e vincitrice del Premio per il miglior testo, Silvia Salemi ha scelto di tornare sulle scene con un brano scritto insieme a Matteo Faustini, giovane cantautore protagonista della 70a edizione del Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte, e aMarco Rettani, coautore anche degli ultimi due brani di Silvia, “Chagall” e “I Sogni nelle tasche”.

Music has no barriers. La musica non ha barriere, trascende tutti i confini e unisce il mondo intero, e lo dimostra anche in tempi di guerra, non conoscendo distinzioni né distanze né confini territoriali o conflitti politici.
È questo il fil rouge della edizione 2022 di Emilia Romagna Festival, fino al 9 settembre sigla un cartellone in cui la musica è inesauribile ricchezza che oltrepassa tutte le barriere, emotive e culturali, temporali e spaziali, all’insegna della libertà creativa e interpretativa.

Si svolgerà sabato prossimo, 2 luglio, al Village du Soir di Lancy di Ginevra la prima edizione dello Swissitalia Summer Festival 2022 dedicato alla musica rock, leggera, jazz e pop italiana.
Non solo si esibiranno artisti musicali dal vivo ma saranno previste anche numerose attività ed eventi tra cui il concorso “Miss Mamma Italiana 2022”.
A fare da cornice all’appuntamento, saranno una selezione di espositori e food truck di pietanze e prodotti agroalimentari tipici italiani tra cui lo stand dedicato alla promozione del territorio e delle eccellenze del comparto agroalimentare di Pordenone che la Camera di commercio italiana per la Svizzera organizzerà in collaborazione con Pordenone with Love, la CCIAA di Pordenone-Udine e l’azienda speciale ConCentro.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework