Uno dei borghi più piccoli della Basilicata sorge sui colli della valle del Sauro, tra la costa jonica, Laurenzana e Potenza: è Cirigliano, noto per la pietra arenaria utilizzata per pavimentazioni, rivestimenti e restauri che viene ancora oggi estratta dalle cave intorno al paese. L'area è stata abitata da tempi lontanissimi e il nome di Cirigliano deriva probabilmente da Cerellius, un centurione romano che al termine del suo servizio nelle legioni si stabilì sui colli circostanti.

Può capitare di entrare in una città e sentirsi subito accolti da un’atmosfera unica, irripetibile e inimitabile in qualsiasi altro punto del mondo. Sicuramente è una sensazione comune a quanti si ritrovano a visitare Ivrea, una cittadina patrimonio dell’UNESCO a poca distanza da Torino. Ivrea riesce a colpire per la sua perfetta commistione tra antico e moderno, tra costruzioni romane ed ex edifici della Olivetti, tra chiese medievali e musei a cielo aperto. Ivrea è infatti una città industriale, legata allo sviluppo della storica Olivetti, che qui ha costruito la sua prima fabbrica. Chi è appassionato della storia industriale italiana non può quindi lasciarsi sfuggire una visita all’ Associazione Archivio Storico Olivetti: attivo fin dalla fine degli anni ‘90, l’archivio svolge un’attività di raccolta e studio di tutta la documentazione riguardante la storia della società; ovviamente sono diverse le mostre e le conferenze organizzate per diffondere questo patrimonio.

Da Bruxelles arriva un nuovo riconoscimento per le aree verdi del veneto. I Colli Euganei si riconfermano infatti destinazione sostenibile e accessibile d’Europa. Fino al 2026 il parco sarà ancora una delle aree protette riconosciute dalla CETS, Carta Europea del Turismo Sostenibile nelle aree protette. Il rinnovo della Carta Europea per il Parco Regionale dei Colli Euganei fino al 2026, promosso dalla Direzione Turismo della Regione del Veneto attraverso il progetto europeo Take It Slow (programma Interreg Italia-Croazia), arriva a coronamento di un articolato percorso partecipato che ha coinvolto settore pubblico e privato.

Smart working e nomadi digitali. Si tratta di due concetti che, negli ultimi anni, sono entrati a forza nel vocabolario degli italiani. Se alcune realtà non sembravano pronte ad accettare questo cambiamento della società, Castelbianco, in provincia di Savona, sembra essere costruito apposta per accogliere i lavoratori del nuovo decennio.

Un lago vulcanico, sormontato da uno stupendo borgo medievale ricco di storia e tradizioni artistiche e culinarie. Si tratta di Bolsena, un comune della provincia di Viterbo che condivide il nome con il vicino lago di origine vulcanica più grande d’Europa. A Bolsena si può decidere di andare d’estate, per immergersi nelle acque del lago insieme ai diversi turisti e locali che ogni anno ritornano in questo comune per staccare la spina dalle loro vite nelle città. Si può anche decidere di passeggiare lungo le sponde o per le vie del centro, che spesso nelle sere estive sono ravvivate da concerti di artisti locali e no. Si può anche optare per una visita invernale, magari nel periodo natalizio, quando ci sono meno turisti in giro ed è possibile rilassarsi e godersi al meglio l’atmosfera del borgo.

Né Roma né Venezia, nemmeno Firenze, Milano o Napoli: la destinazione più trendy per il 2023, secondo il portale Booking.com sarà Bolzano. Secondo i trend di prenotazione per l’anno che verrà, è il capoluogo altoatesino la scelta preferita dei viaggiatori. Come mai questa opzione rispetto, ad esempio, a città ben più note, celebri e gettonate? Forse perché Bolzano è una destinazione alpina ideale per gli appassionati di escursionismo e sci. Situata tra le meravigliose vette innevate delle Dolomiti italiane, ideali per le escursioni durante il periodo estivo e fantastiche per chi ama sciare durante la stagione internale, Bolzano ha la straordinaria capacità di abbinare la natura alle varie sfumature della cultura.

Sono poche le città in grado di garantire vacanze di qualità tutto l’anno. Una di queste è Rimini: tra arte, cibo, cultura e benessere, la città romagnola si offre ai visitatori come destinazione di viaggio perfetta da vivere 365 giorni l’anno, capace di soddisfare ogni tipologia di pubblico, dai più giovani alle famiglie, con innumerevoli occasioni di scoperta e attività, tra le più classiche o inusuali. Numerose, infatti, sono le esperienze di viaggio uniche e su misura che i turisti possono scegliere per scoprire una Rimini inedita, ricca di bellezze artistiche, storia, cultura ma anche di suggestivi luoghi dedicati al wellness e alla buona cucina.

San Luca, nella città metropolitana di Reggio Calabria, è un tipico borgo calabrese nei pressi della montagna di Pietra Cappa, uno dei più grandi monoliti d'Europa detta anche la Regina dell'Aspromonte, intorno alla quale circolano varie leggende che ne hanno rinforzato il suo carattere misterioso. Si tratta di uno dei luoghi più interessanti del territorio di San Luca, alle falde del massiccio dell'Aspromonte, attraversato dalla fiumara Bonamico e arricchito dalla bellezza del lago Costantino.

Situato nel Salento centro-orientale e centro agricolo della provincia di Lecce, Melendugno è una ricercata meta turistica pugliese, grazie alle sue frazioni sulla costa salentina, Torre Specchia Ruggeri, San Foca, Roca, Torre dell'Orso, Torre Saracena e Sant'Andrea. Non a caso, per la loro bellezza le acque cristalline locali sono state insignite della Bandiera Blu. Ma il borgo non è solo turismo e belle spiagge, ma anche una storia che vale la pena essere raccontata. I suoi primi insediamenti risalgono all'età del Bronzo, come raccontano i dolmen Placa e Gurgulante, che si trovano subito fuori il centro abitato in direzione di Calimera.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework