BENBenjamin Mascolo,  artisticamente è solo Ben, raggiunto via zoom a Los Angeles, città dove adesso passa molto tempo dopo essersi fidanzato con l’attrice Bella Thorne, ci ha raccontato che cosa vuol dire alla sua giovane età fare delle scelte, e portare avanti con entusiasmo tanti progetti interessanti tutti i giorni. Un mettersi in gioco, che ha aiutato a scrivere il nuovo Ep “California “, uscito a fine febbraio, lanciato dal singolo “Finché le stelle non brillano”, dove compare anche la donna, Bella, che gli ha cambiato, in meglio come dice lui, la vita.

Da solista, Ben, si sente artisticamente pronto a correre da solo, reduce da un set cinematografico, si racconta cosi in questa intervista: 

Partiamo dal tuo nome, come mai hai cambiato con B3N?

Ho scelto di cambiare nome, perché per me è iniziato un altro capitolo della mia vita, anche se quello di prima è stato fantastico nel due Benji e Fede. Dopo tanto tempo volevo fare qualcosa da solo, poi ho conosciuto la mia ragazza Bella Thorne e la mia vita è cambiata, i miei obiettivi sono cambiati. Ho iniziato a viaggiare molto per incontrarla, per stare con lei e cosi ho voluto proiettare la mia vita in un’altra direzione. Ben, è come mi chiamano i miei genitori, le persone che mi sono vicine, cosi voglio farmi chiamare anche dal mio pubblico, avvicinarmi in modo più intimo. 

benbellaCome ti trovi a lavorare da solo?

Sicuramente ci sono pro e contro, quando sei in una band e sopratutto in un duo, i progetti vanno discussi, cambiano in base alle esigenze di tante persone e gli impegni ufficiali anche sono diversi, da solo ho il vantaggio di lavorare come e quando sono ispirato e scrivo e incido i pezzi in cui credo. Mi sento più libero nelle scelte e ho meno filtri quando lavoro, emotivamente è impegnativo. 

Pensi di avere gestito bene il tuo successo fino ad ora?

Credo come tutti gli artisti di aver fatto degli errori, forse dovuti anche alla mia giovane età. Il successo ad un certo punto mi è andato stretto e non sapevo gestirlo adesso sono maturato ed affronto la vita in modo più’ sicuro. 

Da artista come vivi il periodo Covid?

Ho approfittato all’inizio, per lavorare al nuovo Lp, dove ho pubblicato le mie prime sei canzoni da solista, e ho anche girato un film per una produzione inglese, dove mi sono messo in gioco nei panni dell’attore. Nel film vesto i panni di un ragazzo ribelle, un atleta,  con un rapporto difficile con i genitori…poi di più non posso svelare perché voglio lasciare a voi la scoperta della storia una volta al cinema. Devo dire che in questo periodo, vivo a Los Angeles, cosi posso stare con la mia ragazza, e quello che da artista mi manca è sicuramente il rapporto con il pubblico perché ad un artista manca suonare e cantare dal vivo, spero, come tanti miei colleghi di poterlo fare presto.

Come è la tua giornata tipo?

Di solito ho lo studio di registrazione a casa, quindi ho la fortuna di poter lavorare. Poi nel tempo libero faccio molto sport e studio recitazione. 

Stai già lavorando a qualcosa d’altro visto che ancora non ci sono concerti e tour in programma?

Io non smetto mai di scrivere musica quindi continuo a comporre. 

 Quali sono stati i tuoi riferimenti musicali nei tuoi pezzi? 

I miei riferimenti muscoli pop rock anni novanta e duemila e tanta nostalgia di quegli anni con dei suoi che rivisitano il tutto in chiave moderna.

Nella tua canzone “Sara lo sa “, c’è la storia di una ragazza alla ricerca di una vita migliore, dove hai tratto ispirazione per questo pezzo?

E’una storia vera di una ragazza che ho conosciuto quando ero alle superiori in Australia, ho solo cambiato il nome, è una canzone che vuole dar voce alle donne che sono vittime di violenza e non hanno la possibilità di riscattarsi di cambiare vita, di denunciare. Credo che il mio lavoro sia anche fatto di responsabilità, quindi se posso in qualche modo aiutare delle persone lo faccio, attraverso la mia musica. 

Il tuo singolo “ Finché le stelle non brillano” è una canzona d’amore con un video molto particolare…

E’ una canzone d’amore, dedicata alla mia ragazza principalmente, senza di lei le stelle non brillano e le cose non sono come quando c’è.  Abbiamo girato il video in una L.A. vuota, visto il periodo Covid, con bar chiusi, dove di accese ci sono  solo le luci della strada, non c’è traffico e quest’auto che viaggia in solitaria in una città vuota forse rappresenta i rapporti quando le persone sono lontane, come me e Bella che abitiamo in due nazioni diverse. Poi quando sei giù non vedi le stelle brillare ma è importante nella vita è importante è avere qualcuno vicino che ti sta accanto anche i questi momenti. 

Il tuo album di intitola California, tu hai trovato la tua California?

Certo, l’ho trovata nel momento in cui ho conosciuto Bella, e lei rende questo posto magico. 

La tua bellezza ti ha aiutato o svantaggiato nel lavoro? 

Sicuramente all’inizio mi ha aiutato, poi però ho dovuto lavorare più di altri per far vedere che ero bravo davvero nel mio lavoro. 

Sei ancora giovanissimo cosa farai da grande?

Sicuramente continuerò con la musica, poi mi piace mettermi in gioco ed accettare nuove sfide professionali quindi vedremo…nella vita privata invece mi vedo sposato e sicuramente padre di due figli.  


https://www.wmg.com