Mostra e workshop a cura di Roberta Toscano 

artisti e opere di:

Armando Riva

Mirela Strora

Roberta Toscano

Paola Zorzi

In  conferenza stampa,  d’apertura alla mostra, la  Direttrice del Landesmuseum Denise Tonella ha illustrato le caratteristiche del barocco, e i contrasti di un’epoca che ha segnato la storia dell’arte e non solo. La curatrice Joya Indermühle, ha accompagnato i giornalisti in un tour diviso in tappe attraverso la mostra, insieme a chi ha curato la scenografia, Alex Harb e le curatrici scientifiche e culturali Michèle Seehafer e Christina Sonderegger.  Opulenza e innovazione da un lato, morte e crisi dall’altro: il barocco è stato un periodo caratterizzato da forti contrasti, i cui effetti sono ancora visibili ai giorni nostri. La grande mostra autunnale del Museo nazionale Zurigo esplora quest’epoca storica in profondità.

Dopo la mostra “Obiettivo Milano” nel 2017 (Milano, Palazzo Morando) Maria Mulas, la fotografa ritrattista del Novecento, presenta al Museo Nazionale Slovacco una sua selezione di lavori che va dagli anni Settanta al Duemila, in un evento organizzato dall’Istituto italiano di cultura di Bratislava in collaborazione con la Galleria Tomasetig (Milano) e che si concluderà mercoledì 28 settembre

La  mostra  dal  2 settembre 2022 all'8 gennaio 2023, al Kunsthaus Zürich presenta lo straordinario lavoro di Niki de Saint Phalle in una retrospettiva con circa 100 opere: primi assemblaggi, action art e grafica, le Nanas, il giardino dei tarocchi e grandi sculture. Niki de Saint Phalle (1930–2002), una delle artiste più importanti del XX secolo, è diventata famosa nel mondo per le sue “Nanas”: che  testimoniano un'allegria apparentemente spensierata che ha plasmato l'immagine dell'artista. Ma il lavoro di Niki de Saint Phalle è molto di più. La sua opera è sorprendentemente sfaccettata: eccentrica, emotiva, oscura e brutale, umoristica, enigmatica e sempre stimolante. Lo spettro estremamente ampio del suo lavoro si riflette nella pittura e nel disegno, negli assemblaggi, nelle azioni e nelle sculture di grande formato, ma anche nel teatro, nel cinema e nell'architettura.

Uscirà il prossimo 20 settembre per Polaris Editore, “Street art in Italia. Viaggio fra luoghi e persone”, di Anna Fornaciari e Anastasia Fontanesi, già fondatrici di Travel on Art. È la prima guida alla scoperta dell'arte urbana in Italia.

L’Istituto Italiano di Cultura di Oslo chiude il 25 agosto il programma di eventi “Artisti in Residenza” con un concerto jazz del sassofonista Simone Garino.
Il programma è finanziato dalla SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori), con il patrocinio degli Istituti Italiani di Cultura, delle Ambasciate e dei Consolati e con il sostegno di Europe Jazz Network. Il progetto è sostenuto anche da MIDJ (Musicisti Italiani di Jazz), la prima e più grande associazione italiana che rappresenta la musica e i musicisti jazz nel Paese.

La scomparsa di Roland Sabatier, sopraggiunta il 23 luglio 2022,  è avvenuta così come accadeva con le sue opere in cui il detournement era inteso come discrépant, spiazzamento, spostamento di significato, sorpresa.

E allora vorrei ricordare Roland Sabatier attraverso questa sua ultima mostra ancora in corso: ( foto e servizio Paola Zorzi) 

Per la prima volta a Trento l’attesa mostra del misterioso artista britannico, vero e proprio culto per più di una generazione. Si è aperta il 19 giugno al Palazzo delle AlbereBansky. L’artista del presente. An Unauthorized Exhibition”, che vedrà in mostra sino all’11 settembre le opere più famose ed enigmatiche di Bansky, immagini e forme di inaudita potenza etica, evocativa e tematica, una selezione delle serigrafie diventate un must-have tra i collezionisti internazionali, veri e propri oggetti devozionali che delineano i protagonisti dell’immaginario banksiano.

Si è aperta, presso la galleria M77 di Milano la mostra “Charlotte Perriand. L'avanguardia è donna”, curata da Enrica Viganò e realizzata in collaborazione con Archives Charlotte Perriand, Admira e Cassina. L’esposizione sarà visitabile fino a domenica 25 settembre 2022.
Il progetto espositivo intende gettare luce sulla ricca e versatile produzione di Charlotte Perriand, la celebre designer e fotografa francese, collaboratrice e amica di Le Courbusier e di altri grandi del suo tempo, mettendo in dialogo la sua produzione fotografica degli anni '30 con una selezione degli iconici arredi prodotti in esclusiva da Cassina.




Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework