Un nuovo studio pubblicato su Scientific Reports, una prestigiosa rivista del gruppo Nature, mostra come le scelte elettorali possano essere predette da specifiche attività elettriche cerebrali. La ricerca è il risultato del lavoro di un gruppo interdisciplinare di neuroscienziati, psicologi e politologi, nato dalla collaborazione tra Sapienza Università di Roma, Kingston University London, Luiss Guido Carli, Università di Roma “Tor Vergata” e Università di Melbourne. Lo studio è stato condotto nelle cinque settimane precedenti le elezioni europee 2019, in cui il dibattito politico era dominato dalla contrapposizione fra i partiti populisti e i partiti mainstream.

Se fare la spesa per sé e i propri cari è un’attività fondamentale e sinonimo di cura e amore, è altrettanto vero che, complice la frenesia quotidiana, incastrare tale impegno in agenda può diventare spesso faticoso. Lo confermano i dati di una nuova ricerca realizzata da Everli – il marketplace della spesa online – secondo cui a oltre un quarto (27%) degli utenti tricolore non piace affatto fare questo tipo di shopping. Altrettanto faticoso, tuttavia, sembra riuscire a delegare questa attività, indipendentemente che piaccia o meno: pare, infatti, che quasi un terzo (29%) degli italiani si sentirebbe in ansia sapendo che qualcun altro si sta occupando della spesa al loro posto.

Una voce nel deserto. Il Consiglio generale degli italiani all’estero non molla e a due giorni dal 3 settembre, giorno in cui verranno emessi i decreti di indizione delle elezioni dei Comites previste il 3 dicembre, torna a chiederne il rinvio alla luce delle difficoltà dovute alla pandemia, ma non solo. In una conferenza stampa convocata questo pomeriggio online, il segretario generale Michele Schiavone, insieme ai vice segretari d’area – Gazzola, Maggio, Ricci e Mangione - al presidente della Commissione Informazione Cretti, ha voluto richiamare ancora una volta “Governo, Ministeri degli esteri e dell’interno sulla opportunità di tenere queste elezioni”. Governo e Ministeri che, però, tirano dritti per la loro strada: la tabella di marcia prevede il 3 settembre i decreti di indizione delle elezioni di 126 Comites: 110 da rinnovare e 16 di prima costituzione, nelle circoscrizioni consolari che oggi registrano almeno 3000 italiani iscritti all’Aire.

 La Farnesina rende noto che “l’Ambasciata d’Italia a Kabul, guidata dall’Ambasciatore Vittorio Sandalli, dopo il rientro ieri in Italia dall’Afghanistan, si è immediatamente ricostituita presso il Ministero degli Affari Esteri, al pari delle altre rappresentanze diplomatiche europee ridislocate in Patria, ed è già operativa. In stretto coordinamento con i partner europei, monitora la situazione sul terreno, anche in vista della riunione dei Ministri degli Esteri UE di questo pomeriggio. Inoltre, continua ad essere operativo un presidio diplomatico italiano stanziato presso l’aeroporto di Kabul, in stretto coordinamento con la catena militare italiana e internazionale”.

Fondi confermati per l’editoria italiana all’estero e sì al ripristino della Commissione che affiancava il Dipartimento all’editoria nelle istruttorie delle pratiche per la richiesta di contributi delle testate italiane all’estero. 




Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework