Quella che sembrava una nota a margine, un comune appunto scritto in latino tra le pagine di un manoscritto del tredicesimo secolo, si è rivelata essere la più antica e completa versione mai ritrovata dell’Esortazione alla lode di Dio, opera di San Francesco d’Assisi che anticipa il celeberrimo Cantico di frate Sole. La sorprendente scoperta è stata possibile grazie all’expertise paleografica della Dottoressa Roberta Iannetti, dottoranda in Paleografia all’Università di Ferrara, e del suo supervisore Professor Sandro Bertelli del Dipartimento di Studi Umanistici.

Clou per il progetto “Storie Sconfinate” che muove da una rete di istituti del levante ligure con cuore pulsante alla Spezia. In particolare una delegazione di studenti dell’istituto Capellini-Sauro di La Spezia – come riferisce La Nazione -, a bordo della goletta Oloferne dell’associazione La Nave di Carta, è salpata alla volta di Genova per consegnare al Museo dell’Emigrazione di Genova il frutto del loro lavoro che ha ripercorso le vicende di diversi studenti con storie di migrazione alle spalle, personali o di famiglia.

Sono state inaugurate nei giorni scorsi a Pechino e Shanghai, due grandi esposizioni con capolavori originali provenienti dalle Gallerie degli Uffizi. A Shanghai andrà in scena, fino ad agosto, presso il Bund Art One Museum, la mostra “Botticelli e il Rinascimento” mentre a Pechino il Museo Nazionale accoglierà fino a settembre la seconda tappa della mostra “Autoritratti”. Le mostre nascono da una collaborazione tra i due musei cinesi e le Gallerie degli Uffizi, con il sostegno dell’Ambasciata d’Italia a Pechino, del Consolato Generale d’Italia a Shanghai e degli Istituti Italiani di Cultura di Pechino e Shanghai.

Sull’istruzione, il Rapporto sul Benessere equo e sostenibile (Bes) pubblicato dall’Istat evidenzia come nel 2022, il 63% delle persone under 65 anni ha almeno una qualifica o un diploma secondario superiore (+0,3 punti percentuali rispetto al 2021), mentre la media europea si attesta al 79,5%. In Italia, tra le donne il 65,7% ha almeno un titolo secondario superiore, gli uomini si fermano al 60,3%.

Dopo il grande successo della scorsa edizione, dall’1 al 4 giugno a PORDENONE si terrà la 5ª edizione di JAZZINSIEME, tra le più importanti rassegne jazz in Friuli Venezia Giulia, nonché punto di ritrovo per musicisti ed amanti della musica provenienti da tutto il mondo.

 L’obiettivo della 5ª edizione di Jazzinsieme, che si svolge sotto ladirezione artistica di Vincenzo Barattin e la presidenza di Giorgio Ivan, è quello di raccontare e far conoscere sempre più, tramite la musica Jazz, l’anima culturale, artistica e turistica di Pordenone.

 Il linguaggio umano ha un’incredibile forza espressiva. Ciò è dovuto all’abilità umana di pronunciare frasi lunghe e complesse in cui le parole che sono correlate insieme possono essere talvolta molto distanti tra loro. Gli adulti sono esperti con la lingua, perciò non sorprende affatto che possano facilmente capire e produrre frasi.

“Le otto montagne” diretto da Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch vince il David di Donatello 2023 come miglior film. La pellicola con Alessandro Borghi e Luca Marinelli si è aggiudicata anche Miglior sceneggiatura non originale, Miglior autore della fotografia e Miglior Suono. A trionfare anche Esterno Notte di Marco Bellocchio (Miglior regia, Miglior attore protagonista, Miglior trucco e Miglior Montaggio), e La stranezza di Roberto Andò (Miglior sceneggiatura originale, Miglior produttore, Migliori costumi e Miglior scenografia). Miglior attrice protagonista è Barbara Ronchi per 'Settembre' di Giulia Louise Steigerwalt.

Durante i dieci giorni di residenza presso Villa Cernigliaro, Sordevolo (Biella), dodici artisti hanno avuto modo di realizzare le loro opere sia nel parco e giardini storici della villa che in stretto legame con l'ambiente circostante. Lo scorso 30 aprile Villa Cernigliaro ha aperto quindi i battenti ai visitatori che hanno potuto ammirare le opere realizzate durante il Simposio. Alla qualità delle candidature si è sommato un contesto piuttosto inedito che lasciava presagire già da subito  risultati e interazioni con il territorio del tutto originali.

 Stonehenge continua ad attirare l’attenzione di studiosi e ricercatori a più di 4 millenni dalla sua costruzione. Il Professor Giulio Magli del Politecnico di Milano e il Professor Juan Antonio Belmonte dell’Instituto de Astrofísica de Canarias e Universidad de La Laguna di Tenerife hanno pubblicato uno studio innovativo che aiuta a spiegare la funzione originaria del monumento. Nel corso degli anni, infatti, sono state avanzate numerose teorie sul significato e sulla funzione del sito, come quella che fungesse da calendario.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework