Prima tappa all’estero per la nave “più bella del mondo”, l’Amerigo Vespucci, che è approdata il 12 luglio a Tunisi, dove l’ambasciatore d’Italia in Tunisia, Lorenzo Fanara, è salito a bordo per salutare l’equipaggio.
“La nave”, scrive sui propri social la sede diplomatica italiana a Tunisi, “è un’ambasciata galleggiante che promuove il prestigio, la professionalità e la trazione della marineria italiana”.

Approda in Tunisia, grazie all’Istituto Italiano di Cultura, la tournée estiva del noto flautista Andrea Griminelli e il suo Octa Jazz Quartet con due concerti esclusivi, il 16 luglio al Festival Internazionale di Musica Sinfonica di El Jem e il 17 al Festival Internazionale di Hammamet.
L’anfiteatro romano di El Jem, detto piccolo Colosseo, dichiarato nel 1979 dall’Unesco Patrimonio dell'Umanità, farà dunque da splendida cornice alle magiche atmosfere del Maestro, accompagnato dall’Octa Jazz Quartet, con un programma dedicato alla melodie di Ennio Morricone, indimenticabili temi musicali del più noto cinema italiano.

Dopo aver portato 99 Variazioni sul Nessun Dorma dalla Turandot nel 2021 per le strade delle periferie romane a bordo di un camion, La Città Ideale torna a confrontarsi con la tradizione lirica con “Opera Taxi”: un taxi, un toy piano, un compositore e una mezzosoprano in un viaggio schizofrenico nello spazio e nel tempo sulle note di Mozart, Missy Mazzoli, Rossini, John Adams, Purcell e Bizet.

Avete mai pensato di ascoltare “Casta Diva” dove la meravigliosa voce di Maria Callas, sola, senza orchestra, viene accompagnata dal pianoforte di Danilo Rea?
Lo straordinario pianista Danilo Rea presenta in prima mondiale, sabato 16 luglio, “La grande Opera in Jazz”, un progetto inedito per riscoprire le meraviglie del melodramma italiano in una chiave di lettura innovativa. Le voci dei grandi cantanti lirici del ‘900, estratte da video e registrazioni storiche, saranno accompagnate dalle note di Danilo Rea, nella splendida cornice del Teatro Antico di Taormina. Uno straordinario progetto, unico al mondo, ideato e realizzato da Saint Louis College of Music, Associazione Globart e lo stesso Danilo Rea, che dal suggestivo palco dell’antico teatro greco partirà per una tournée mondiale.

Un sensore più sottile di un francobollo, biocompatibile e bioriassorbibile, e impiantabile sottopelle, riuscirà a monitorare in tempo reale alcuni parametri del corpo come il pH, e l’efficacia dei farmaci somministrati, aprendo così la strada a nuove procedure cliniche e diagnostiche. Il risultato è pubblicato nella rivista Advanced Science, e reca la firma del team di ingegneri elettronici del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione dell'Università di Pisa (DII), coordinati da Giuseppe Barillaro, in collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia e Surflay Nanotec GmgH di Berlino.

LA MILANESIANA, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, il 14 luglio arriva a BAGNO DI ROMAGNA (FC) con lo spettacolo “FEDERICO BUFFA - ITALIA MUNDIAL (1982/2022)che ritorna a grande richiesta nel cartellone della rassegna (Piazza Ricasoli – inizio spettacolo ore 21.00 - Ingresso libero su prenotazione). Lo spettacolo sarà preceduto da un intervento del Sindaco di Bagno Romagna, Marco Baccini, e dall’introduzione di Elisabetta Sgarbi.

Su strada, negli spazi indoor o nel fango e nella neve, la bicicletta è diventata un elemento fisso del panorama sportivo mondiale. E la Svizzera può essere davvero orgogliosa dei suoi numerosi contributi al successo del ciclismo.

Dalla sua invenzione nel XIX secolo, la bicicletta è sempre stata utilizzata in ambito sportivo. Tanto che negli ultimi 150 anni, è diventata uno degli attrezzi sportivi più usati al mondo. La sua evoluzione non riguarda solo l’aspetto tecnologico e strutturale, ma anche le sue molteplici applicazioni. Oltre alle varie corse su strada, i ciclisti si cimentano anche in gare indoor, nel cross-country e persino su terreni accidentati. Sono state introdotte anche discipline completamente nuove come la ciclopalla, inventata dal ciclista acrobatico svizzero Nick Kaufmann alla fine del XIX secolo.

I cittadini europei sostengono in massa una politica di sicurezza e di difesa comune e si attendono che l'Unione europea si svincoli gradualmente dalle fonti energetiche russe. È quanto emerge da un sondaggio Eurobarometro pubblicato oggi, che conferma anche l'ampio sostegno alla risposta dell'UE all'aggressione russa contro l'Ucraina.
LA RISPOSTA DELL'UE ALL'INVASIONE DELL'UCRAINA DA PARTE DELLA RUSSIA
In linea con i risultati del sondaggio Flash Eurobarometro pubblicato il 5 maggio scorso, il sondaggio di oggi conferma che la maggior parte degli europei (59%) è soddisfatta della risposta dell'UE all'invasione russa dell'Ucraina e della reazione del proprio governo (57%). I cittadini hanno manifestato il proprio sostegno innanzitutto alle azioni umanitarie (93%), seguite dall'accoglienza nell'UE degli ucraini in fuga dalla guerra (91%).

 Truffe, attacchi informatici, dipendenze e bullismo online. Sono tante le “cyber-paure” che si stanno facendo strada nelle vite degli italiani. Secondo quanto emerge dal rapporto “Vivere e valutare la digital life” realizzato dal Censis in collaborazione con Windtre, il 56,6% degli italiani (e ben il 61,9% dei giovani) ha paura per la propria sicurezza informatica, ad esempio quando svolge operazioni bancarie online.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework