La Basilicata conserva tradizioni carnevalesche tutte da scoprire. Lo stretto legame tra popolazione lucana e tradizioni, infatti, raggiunge l'apice durante i Carnevali storici. Il Carnevale, in Basilicata, è l'espressione odierna di rituali antichi e suggestivi, durante i quali le manifestazioni carnevalesche danno nuova vita alle radici culturali lucane. Il patrimonio immateriale dei Carnevali è oggi valorizzato e tutelato dalla “Rete dei Carnevali Lucani con valenza antropologica e culturale”, che ne riunisce i più rappresentativi con l'obiettivo di promuovere le straordinarie identità lucane sia all’interno che all’esterno della Regione. Uno dei più rappresentativi è quello di Aliano, con le sue caratteristiche "maschere cornute" che rievocano creature demoniache e goffe, il cui carattere minaccioso è mitigato dai coloratissimi cappelli che ne decorano il capo. I figuranti che le indossano sfilano così per il borgo muovendosi al suono di fisarmoniche e cupa-cupa.

Dopo aver lasciato l’hotel, mi sono diretta verso la stazione di Lungo e passeggiando lungo la Via Cattedrale, ho visitato la cattedrale di San Lorenzo.

La cattedrale di Lugano “San Lorenzo”

La cattedrale ha la facciata rinascimentale e all’interno gli affreschi e gli addobbi barocchi. E’ un’insieme di stili che all’interno dei secoli hanno abbellito e resa maestosa la cattedrale che dalla posizione geografica si staglia con un profilo imponente verso il lago e la città di Lugano. Di fondazione sicuramente protomedievale, la chiesa venne denominata parrocchiale già nel 818, collegiata nel 1078 e cattedrale dal 1888. Nella muratura, l'odierna costruzione è ancora per lo più romanica. Durante il tredicesimo ed il quattordicesimo secolo venne realizzato il soffitto a volte e la chiesa fu ampliata.

Primo evento di promozione in agenda a cui prenderà parte la Regione Molise, attraverso un proprio spazio espositivo, curato da operatori turistici molisani, sarà l'"ITB - Internationale Tourismus-Börse", che si svolgerà a Berlino i prossimi 5, 6 e 7 marzo. L'ITB è uno dei più importanti eventi di settore a livello internazionale. Si tratta di una fiera B2B (business-to-business) e B2C (business-to-consumer), che rappresenta l'intera varietà della filiera turistica.

Il mio viaggio è iniziato con il check-in all’Hotel de la Paix di Lugano. Personale cordiale ed efficiente, l' edificio é situato nel cuore di Lugano, a due passi dal lago. Ideale per vacanza ma anche per chi viaggia per lavoro, grande parcheggio per chi arriva in auto, vicino alle fermate del bus principali e in  cinque minuti a piedi si può raggiungere il lungo lago e  arrivare alla zona dei musei, chiese, teatro  e la zona pedonale di via Nassa, per chi vuole dedicarsi allo shopping di lusso. 

Hotel de la Paix****

Via Giuseppe Cattori 18 | 6900 Lugano
T +41 91 960 60 60 |
delapaix.ch

Con FESPO e la Fiera del golf di Zurigo, la Fiera di Zurigo dal 1 al 4 febbraio 2024 sarà dedicata al golf e alle offerte di viaggio provenienti da tutto il mondo.  Oltre ai numerosi espositori, la fiera di quest'anno convince anche per la Croazia, paese ospite, e pone ancora una volta al centro dell'attenzione una destinazione europea.

Visitare Aidone, nel cuore del libero consorzio comunale di Enna, è un viaggio tra le pittoresche vie della Sicilia che rivela interessanti tesori archeologici e architettonici. Sulla parte più alta del borgo si ergono i resti del Castellaccio, antica fortezza araba utilizzata come avamposto e punto di osservazione, trasformata successivamente in castello, che permette di godere di panorami mozzafiato sulla vallata sottostante. La Chiesa di San Domenico o San Vincenzo Ferreri, dalla caratteristica facciata in bugnato a punta di diamante del XV secolo, e quella di S. Anna del XVII secolo, con il celebre Crocifisso ligneo attribuito a Fra’ Umile da Petralia, sono alcune delle testimonianze locali di un ricco patrimonio artistico e religioso.

Divenuto noto negli anni Novanta per le politiche di accoglienza che ne hanno permesso il recupero, Badolato è un suggestivo borgo medievale della provincia di Catanzaro, caratterizzato da un impianto bizantino con numerose chiese e vicoli caratteristici. Nato nel 1080 con la costruzione di un castello ad opera di Roberto il Guiscardo, nel dicembre 1997 il Comune ha aperto a una politica di accoglienza verso l'immigrazione, con il primo sbarco di centinaia di curdi sulle sue coste. Situato in una posizione strategica del territorio calabrese, offre una splendida e diversificata natura incontaminata, tra mare, collina, montagna e lago.

Francavilla in Sinni, compreso all’interno del Parco Nazionale del Pollino, è un caratteristico borgo della provincia di Potenza, sulla sponda del fiume Sinni e alle pendici del monte Caramola. Sorto dove un tempo si trovava la Certosa di San Nicola, oggi nota come “Turra”, il borgo è immerso tra montagne, colline e altopiani in cui predominano faggi, cerri e abeti. Il suo lungo passato è testimoniato da dai resti di un possibile insediamento e di strutture fortificate di epoca medioevale, in località “Piano Lacco”. Quel che è certo è che Francavilla in Sinni sorse nel XV secolo e oggi è una perla da scoprire, a partire proprio dalla “Turra”.

Come tutti sappiamo, l'attesa è la gioia più grande, soprattutto quando si tratta di vacanze imminenti. Anche quest'anno, numerosi giorni festivi sono particolarmente convenienti per godersi una pausa il più possibile lunga con pochi giorni di vacanza. Sognate una natura emozionante, un'architettura storica ed eventi culturali? Allora Bressanone in Alto Adige dovrebbe essere in cima alla vostra lista dei desideri per il 2024! Ecco 10 motivi convincenti per visitare questa incantevole città, tra cui alcuni eventi di spicco.






Go to top
JSN Time 2 is designed by JoomlaShine.com | powered by JSN Sun Framework